logo gricon new 1

Consegna in 24/48H gratis da 49€

Quali sono le varianti dei passeggeri in arrivo dalla Cina?

Le varianti in arrivo dalla Cina

Varianti in arrivo dalla Cina: ecco un elenco dei risultati dei tamponi effettuati sui passeggeri arrivati a Malpensa.

Quali sono le varianti dei passeggeri in arrivo dalla Cina?

Le notizie del ritorno dell’epidemia di Covid in Cina ha preoccupato tutto il mondo e l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità). Ha provocato almeno 5.000 morti e oltre 1 milione di contagi al giorno. Nessuna sorpresa pertanto nel constatare la preoccupazione dei governi europei in merito all’arrivo di turisti in arrivo dalla Cina.

Tuttavia, secondo l’European Centre for Disease Prevention and Control le varianti provenienti dalla Cina sono già in circolazione nell’Unione Europea. In quanto tali, non rappresentano un pericolo per la risposta immunitaria dei cittadini europei. La conferma arriva anche dai controlli sui passeggeri arrivati in questi giorni a Malpensa dal Paese asiatico e risultati positivi al tampone.

L’Ecdc ha infatti sostenuta che “le varianti che circolano in Cina sono già in circolazione nell’Ue e, in quanto tali, non rappresentano un pericolo per la risposta immunitaria dei cittadini” europei. Inoltre, “non si prevede che l’ondata di casi in Cina influirà sulla situazione epidemiologica del Covid-19 nell’Unione Europea e nello Spazio Economico Europeo”.

In questo contesto, comunque, è giusto informarsi su quali siano le varianti in arrivo dalla Cina di Sars-CoV-2 rilevate nei passeggeri giunti a Malpensa in questi giorni e risultati positivi al tampone.

Il primo dato da considerare è le varianti in arrivo dalla Cina non c’è Gryphon, ricombinante di Omicron, monitorata per la sua immunoevasività.

Fra le sottovarianti identificate dai primi tamponi, quella presente in quantità maggiore è BA.5.2: si tratta di un sottolignaggio di Omicron 5 che è presente nei campioni analizzati in misura superiore rispetto alle altre.

Inoltre, sono state rilevate la sottovariante battezzata Cerberus, cioè BQ.1.1, che è già a sua volta la sottovariante di Omicron 5 (più frequente in Italia e in diversi Paesi dell’Ue).

Quali sono le varianti dei passeggeri in arrivo dalla Cina?

Perché ci spaventano le varianti in arrivo dalla Cina?

Negli ultimi tempi, l’attenzione mondiale si è concentrata sulla diffusione del COVID-19 e sulle varianti del virus SARS-CoV-2. In questo contesto, emergono discussioni e indagini sulle varianti che potrebbero provenire da diverse regioni, compresa la Cina. Questo testo esplorerà il tema delle varianti del virus in arrivo dalla Cina, analizzando le informazioni disponibili e le implicazioni per la salute globale.

La Cina, come uno dei primi paesi colpiti dalla pandemia, ha svolto un ruolo chiave nella ricerca e nella gestione del virus. Tuttavia, l’evoluzione del virus continua, dando origine a nuove varianti che sollevano domande e preoccupazioni. È fondamentale esaminare attentamente le caratteristiche di queste varianti e comprendere il loro potenziale impatto sulla salute pubblica.

Le varianti del virus possono differire nelle loro caratteristiche, inclusa la trasmissibilità e la capacità di eludere la risposta immunitaria. Monitorare le varianti in arrivo dalla Cina è essenziale per adottare misure preventive e strategie di controllo mirate. Gli sforzi congiunti a livello internazionale sono cruciali per affrontare le sfide poste da nuove varianti e proteggere la salute globale.

La collaborazione tra i ricercatori cinesi e internazionali è fondamentale per raccogliere dati accurati sulle varianti in arrivo dalla Cina. La trasparenza nelle informazioni e la condivisione dei dati sono fondamentali per una risposta globale efficace. Questa cooperazione può contribuire a identificare tempestivamente nuove varianti, comprendere il loro impatto e sviluppare strategie preventive adeguate.

È essenziale sottolineare che la ricerca sulle varianti del virus non dovrebbe alimentare il panico, ma piuttosto guidare azioni informate. La vaccinazione, il monitoraggio attivo tramite tamponi e il rispetto delle misure preventive continuano a essere fondamentali nel gestire la diffusione del virus, indipendentemente dalla sua origine geografica.

In conclusione, le varianti in arrivo dalla Cina sono note da tempo e sono già in circolazione in Europa. Appartengono tutte alla famiglia di Omicron e nessuna desta particolare preoccupazione per la sua capacità di eludere la risposta immunitaria.

Condividi su:

Il Pet Food più scelto dai clienti
Sconto!

Monge Cane Mini Starter Ricco in Pollo

9.7811.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Agnello Large 12 Kg

35.1142.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Gatto Ricco in Pollo 10 Kg

36.2742.32 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Ricco in Pollo Medium 12 Kg

34.6842.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Prosciutto Medium 12 Kg

35.1142.04 IVA inc.
Esaurito

Schesir Cane Agnello Medium 12 Kg

32.7236.36 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Ricco in Pesce Medium 12 Kg

34.6842.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Puppy Ricco in Pollo Medium 12 Kg

35.1136.36 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Puppy Ricco in Pollo Large 12 Kg

37.6942.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Ricco in Pollo Large 12 Kg

35.8942.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Prosciutto Large 12 Kg

35.1142.04 IVA inc.
Sconto!

Schesir Cane Ricco in Pesce Large 12 Kg

35.1142.04 IVA inc.
Carrello
Ti manca 49.00 per avere la spedizione gratis!