600px-Whatsapp_logo_svg
Whatsapp
3628209
Assistenza
blog-icon-png-218
Blog
Immagine2
da 49€

Acquisti all'ingrosso?

Kraken i nuovi sintomi della variante del Covid.

Kraken: i nuovi sintomi della variante del Covid.

La Kraken è una sottovariante, molto simile per sintomi e contagiosità a un’altra recente variante, Gryphon, entrambe “figlie” della più famosa Omicron che è stata protagonista dell’ondata su larga scala di oltre un anno fa.

Attualmente la massima diffusione della Kraken si sta registrando negli Usa. Il Centres for Disease and Prevention (CDC) ha registrato un aumento di contagi da Covid (quasi il doppio) nell’ultima settimana. Oltre il 40% si riferisce proprio alla diffusione della nuova variante Kraken.

La “variante Kraken” prende il suo mitologico nome da un mostro marino paragonabile ad una sorta di piovra-calamaro gigante di origine norvegese. Tale appellativo deriva dal fatto che sia stata definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità “la più trasmissibile” della pandemia. La mutazione permette infatti alla Kraken di agganciarsi in modo più efficiente al recettore Ace2, la porta d’ingresso del virus sulle cellule umane, e di sfuggire agli anticorpi.

Quali sono i sintomi e i rischi per la salute?

Le caratteristiche della sottovariante Omicron XBB.1.5 sono simili a quelli delle altre varianti, ma la Kraken, in particolar modo, è caratterizzata dall’altissimo potenziale infettivo ed immunoevasivo. Un soggetto infettato infatti sarebbe in grado di infettare almeno altre 15 persone, ed il virus è grado di ostacolare gli anticorpi prodotti da guarigione o da vaccino. Nonostante questo, i vaccini sembrano continuare a proteggere dai sintomi gravi, dalle ospedalizzazioni e dal decesso.

I sintomi provocati da contagio da Kraken sono per lo più gli stessi dell’influenza e delle altre varianti Covid:

  • mal di gola;
  • tosse;
  • stanchezza e spossatezza;
  • dolori articolari e muscolari diffusi

Fino a questo momento, non sono state individuate differenze significative nella gravità delle infezioni rispetto altre varianti. L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) farà una valutazione aggiornata nei prossimi giorni.
La situazione italiana, intanto, conferma la stabilità che si sta registrando ormai da settimane a livello contagi.

Carrello Hai un coupon?